foto sezione tracce 3

Domenica delle Palme 2019

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

lina sastri 21 04 2018 small 2

Tracce di Donna - 10° edizione
Appunti di viaggio... fra i "sapori della vita"
Ospite: Lina Sastri (attrice|cantante|scrittrice)

Sabato 21 aprile 2018 ore 21:00
Cinema Teatro dei Trulli
Nel coro della serata verrà assegnato il premio Tracce di Donna ad Alberobello.

Per info: 3335222150
dabetlemmeagerusalemme@gmail.com
#TracceDiDonna

“Le strade di Napoli sono animatissime: nell’aria si respira l’odore del mare e delle sfogliatelle, c’è la musica in sottofondo, c’è sempre un sacco di gente che non si sa dove sia diretta. La strada a Napoli non è mai soltanto un luogo in cui si cammina, ma è un mondo intero. E spesso per strada mi capita di incontrare bambini che ricambiano un mio sorriso o accolgono una mia carezza, senza avermi mai vista prima. Questa naturale bontà che abbiamo dentro di noi: ecco cosa mi lascia senza fiato”( Lina Sastri)

Quando si dice Lina Sastri, si pensa inevitabilmente a Napoli…    Lina Sastri , attrice,regista, cantante, scrittrice, con quei suoi occhi pieni di dolori e di riscatti, quel volto da antagonista che in scena si illumina e penta bello finché vuole, ha lavorato da ragazzina con i grandi maestri, Eduardo De Filippo, Peppino Patroni Griffi e, oggi, continua a recitare. Vitale, musicale e tragica, dà sempre il meglio di sé: da Masaniello  con Mariano Rigilli a Il prefetto di ferro di Pasquale Squitieri, da Ecce Bombo di Morettia Mi manda Picone di Nanni Loy , da Segreti e Segreti di  Bertolucci al film tv La bella Otero e L’inchiesta con Harvey Keitel fino al recentissimo Napoli velata di Ozpetek e alle collaborazioni con Woody Allen e John Turturro.

Dopo La posta in gioco (1988) con Caprioli e la miniserie Assunta Spina (1992), comincia a spingersi nel mondo della canzone, principalmente napoletana, portando al Festival di Sanremo del 1992 "Femme e'mare" e oggi continua a  cantare le canzoni della sua terra d’origine nel teatro musicale con cui gira l’Italia.

Ma Lina Sastri è anche una scrittrice: La casa di Ninetta, dedicato a sua madre morta di alzheimer, Pensieri all'improvviso e Mi chiamo Lina Sastri la raccontano insieme al suo mondo! 

Meritatamente, oggi si gode non soltanto il successo dei tre David di Donatello e dei Nastri d’argento, ma anche tutto il successo che ottiene non fermandosi mai: dotata di spirito di sacrificio e temperamento sanguigno, continua a calcare i palcoscenici, mettendo mano a quella recitazione popolare napoletana ( e non solo!) che rimane una cifra straordinaria del suo teatro.

Una carriera, quindi, che merita di farsi essa stessa spettacolo: Appunti di viaggio, appunto, fra i sapori della vita!

Vi aspettiamo!

lina sastri 21 04 2018 retro